martedì 4 marzo 2014

L'ITALIA APPARTIENE AGLI ITALIANI! Gli ITALIANI HANNO DIRITTO ALLA VITA! IL DIRITTO ALLA VITA NON SI DEVE PAGARE!

L'ITALIA APPARTIENE AGLI ITALIANI!
Gli Italiani hanno DIRITTO alla vita. Il DIRITTO alla Vita non si paga. Non si DEVE pagare!

Cambiano i governi e la famiglia Gandini di Ferrara è sotto estorsione (occulta).
Cambiano i governanti e la famiglia Gandini è sempre sotto estorsione (occulta).
Cambiano i politici e la famiglia Gandini è perennemente sotto estorsione (occulta).
C'è il governo "provvisorio"? La famiglia Gandini è   s e m p r e   sotto estorsione!
Sempre oppressa e sotto estorsione!
Di padre in figlio. Da intere generazioni!

Perché?...


Questo lo dovete chiedere a CHI, per tante generazioni, è stato abituato a RUBARE.
A CHI, per tante generazioni, lasciava al NUOVO SUCCESSORE al comando, "l'incarico" di rubare. Permettendo così, A TURNO, di "mangiare" avidamente con prepotente bramosia, strappando senza pietà, senza coscienza, senza nessun segno di umanità, con rabbia, prepotenza, arroganza, con soprusi inauditi e prevaricazioni disumane, tutto ciò che poteva depredare. FORTE del fatto che "qualcuno", prima di LUI (LORO), aveva IDEATO un "metodo infallibile" per derubare i cittadini Italiani in OMERTA'.
Ovvero, senza che gli stessi cittadini derubati, maltrattati, picchiati e poi uccisi barbaramente, se ne potessero rendere conto! Come la mia famiglia. Per generazioni è stata derubata, maltrattata e uccisa con crudeltà estrema, senza aver mai saputo che tutta questa terribile e assurda tragedia si svolgeva alle sue spalle. Senza sapere che tutto questo era stato COMANDATO e studiato nei minimi dettagli da LURIDI vermi spregevoli e subdoli.
Ogni santo giorno questi vermi viscidi, potenti per via delle intimidazioni che spargevano lungo il cammino della nostra famiglia, si sono serviti e nutriti alle nostre spalle, coinvolgendo tutti i cittadini Italiani che hanno fatto parte della nostra vita per i più disparati motivi. La nostra famiglia è stata sempre SEGNALATA a TUTTI i cittadini perché potessero farci del male, derubare o, contando sulla nostra fiducia nelle persone, perché potessero condurci su strade oscure e sbagliate. Tutto svolto e compiuto in assoluta OMERTA', in base agli ORDINI impartiti e, soprattutto, per coprire la faccia dei VERI MANDANTI!

Per fortuna, come ho già spiegato in altri Post, siamo sempre state persone così corrette, che ancora oggi, i delinquenti che costituiscono LA VERA MAFIA sono alla ricerca e allo studio di un "percorso sicuro" in modo da infamarci, incarcerarci a vita, picchiarci a sangue (ce lo hanno promesso...), facendo bene attenzione però, a non scoprirsi, a non mostrare mai il LORO VERO VOLTO, LA LORO VERA IDENTITA', a non risultare pubblicamente come LA VERA CAUSA del nostro dolorosissimo OLOCAUSTO!
Mi ritrovo a ripetere, e non mi stancherò mai, che se IL SISTEMA fosse stato SANO, questa tragedia, nel corso di generazioni, avrebbe avuto una fine. Invece, i vari "successori in carica" si passavano "le consegne" e la famiglia Gandini era sempre schiacciata nelle terribili spirali mafiose.
Non è stato facile scoprire tutto questo sottobosco di atroci omicidi occulti, ORDINATI a cittadini perbene, obbligati a compierli contro i nostri familiari, e di atti illegali-capestro che hanno segnato, DA SEMPRE E PER SEMPRE, la nostra famiglia e le nostre vite!
Ecco perché ancora oggi e finché potrò, pubblico su questo Blog, le ingiustizie subìte nel corso degli anni e anche quelle subìte oggi:
in accordo con mio fratello Alessandro, sentiamo il dovere di compiere questo cammino per portare alla luce, una volta per tutte, LA VERITA', LE ATROCITA', IL MALE compiuto da tutti i cittadini verso una famiglia perbene che non ha mai fatto del male a nessuno, ma che, come succede SEMPRE alle vittime di qualunque genere, oltre ad aver subìto, sofferto e sopportato, per assurdo, DEVE DIMOSTRARE COSA, COME, CHI, DOVE e soprattutto SE... ha subìto!
Infatti, la prima cosa di cui ci ha tacciati e infamati LA MAFIA è stata quella di "inventarci dei fatti, dei complotti inesistenti", in una parola: "deliranti"!
Fate caso, anche nel corso della Storia e dei Secoli, quando qualcuno OSAVA dire la VERITA' o portare alla luce fatti, documenti e avvenimenti "scomodi" contro chi aveva agito male in base al proprio interesse politico, economico o di potere, è sempre stato crocifisso e infamato come "malato di mente" o "depresso cronico".
Ricordo ancora, a tal proposito, che LA MAFIA ha sempre cercato di farmi infamare come "povera di mente", "depressa cronica", "delirante", per il fatto che i vari componenti della MAFIA, che attuavano, ma che attuano tuttora questo SISTEMA delinquenziale, non sono mai riusciti a farmi fare ciò che volevano. La stessa cosa posso affermare riguardo ai miei familiari.
Rammento solo un piccolo esempio: abitavo con la mia famiglia in Via Alessandro Volta 71 a Ferrara, nella nuova zona "Doro". Di fronte alla palazzina dove ho vissuto sino inizio 2007, si trovava, e si trova ancora oggi, la Scuola Elementare "VOLTA" (detta anche Scuola Elementare "DORO").

Da qualche tempo, non uscivo spesso di casa, per due motivi: il primo, per il fatto che i medici avevano ORDINE E OBBLIGO, da parte della MAFIA (che io, allora, non sapevo di avere alle costole), di non riferirmi gli eventuali problemi di salute di cui potevo soffrire, come danno, vendetta e ricatto mafioso. Quindi, in quel periodo, non mi era stato riferito che avevo un fibroma all'utero enorme, che mi aveva provocato un rigonfiamento esagerato e visibilissimo di addome e gambe e che mi impediva di mangiare persino un panino! Inutile che mi dilunghi sui terribili disturbi a cui ero soggetta! I medici non dovevano riconoscere la realtà dei fatti: TUTTE MIE IMPRESSIONI, ERO SOLO DEPRESSA! ... Questi gli ORDINI della MAFIA!
A questi argomenti ho dedicato un Post con relativa documentazione.
Secondo motivo, più che comprensibile, per cui avevo diradato le mie uscite, consisteva nel fatto che, immancabilmente, ad ogni mia uscita, succedeva SEMPRE qualcosa di spiacevole, di pericoloso o, più semplicemente, "quando mi andava bene", venivo maltrattata, derisa, infamata. Motivo per cui ho anche dovuto abbandonare amiche e amici. Come ho spiegato in un altro Post, ..."tanti "GIUDA" seduti alla mia tavola!"... Inutile sottolineare il fatto che erano TUTTI industriati e preparati dalla MAFIA! Se così non fosse stato, LA MAFIA non avrebbe permesso loro di frequentarmi...
Rimanendo così, spesso in casa, LA MAFIA aveva meno possibilità di farmi del male tramite i cittadini, che usava a proprio servizio!...  Anche se le torture della MAFIA mi raggiungevano comunque in casa: tutti i nostri cani uccisi fra atrocità impensabili, sia in giardino, sia sui terrazzi; i nonni uccisi in ospedale in OMERTA' (Sant'Anna Ferrara); tutti i vicini in servizio per danneggiarci, esempio la tubazione dell'acqua sempre rotta di proposito,  in modo che nostro padre pagasse ad "ACOSEA", bollette stratosferiche e cifre da vero capogiro gonfiate appositamente su ORDINI della CASTA! Alcune le conserviamo ancora. Ogni vicino di casa aveva il compito di mettere in dubbio la mia capacità espressiva, corredata da "una mente labile e confusa": più di una volta, e da quelle che ritenevo "amiche"!
Per cui, tornando alla Scuola Elementare "VOLTA" (detta anche Scuola Elementare "DORO") di Via Alessandro Volta 78 a Ferrara, LA MAFIA organizza, omertosamente, l'incontro con l'operatrice scolastica Annalisa Franceschini, tentando così, di farmi fidare di una "nuova" persona, che avrebbe potuto pilotarmi a seconda degli interessi voluti dalla CASTA, affidando tutta la GESTIONE "del caso" alle autorità Italiane! ...

Questi fatti sono avvenuti negli anni 2004-2005.
Annalisa viene così MANDATA di proposito: mentre mi trovavo in giardino con i nostri cani (tutti avvelenati con il topicida...come avvertimento...), si avvicina e chiede sia a me che a mia mamma, pure lei presente, "che piante sono quelle vicine al cancello, come si chiamano e come si coltivano, perché lei, a suo dire, non riesce a tenerle". Insomma, comincia un discorso tanto per "farsi conoscere". Passo subito ai fatti perché, seppur interessanti i risvolti poi accaduti, impiegherei davvero troppo per raccontare. Annalisa comincia a parlarmi di suo figlio, "Manuel" (nome fittizio, poiché all'epoca dei fatti il bambino aveva circa dieci anni, quindi, minorenne), il quale la preoccupa tantissimo, essendo appena stata abbandonata dal marito, con il figlio che presenta problemi psichici e nessuna nonna che li possa aiutare! Una storia pietosa, avvallata dal fatto che, spesso, il bambino usciva all'improvviso dalla scuola urlando molto forte, quasi in preda a vistose crisi nervose. Ebbene, tutta questa storia era stata INVENTATA a tavolino dalla MAFIA! Annalisa non era stata abbandonata dal marito e il figlio non soffriva di nessun disturbo grave. Tutta questa messinscena serviva a far impietosire me, tirandomi fuori da casa, visto che, nel frattempo, avevo deciso di fare ciò che potevo per aiutare mamma e bambino! Così, nel pomeriggio, dopo le lezioni nella scuola "Volta (Doro)", che Manuel frequentava, andavo per aiutarlo con i compiti e per ritornare sulle materie che non aveva ben assimilato. Cercavo poi, di aiutarlo anche oltre la scuola, insegnandogli giochi strategici come "Gli Scacchi", che gli avessero permesso di avere una chance sui compagni di scuola, i quali, a suo dire e a dire della mamma, lo prendevano tutti in giro per via dei suoi disagi psichici. 
In tutto questo avvicendarsi di fatti, peraltro FALSI, in quanto organizzati dalla MAFIA, trovavo STRANO che la direttrice della Scuola "Volta" NON DOVESSE sapere della mia presenza all'interno, delle tapparelle sempre chiuse, porte chiuse, come se la Scuola fosse stata CHIUSA! Inoltre, prima di raggiungere la scuola, dovevo anche attendere che tutti i genitori si fossero allontanati, in modo da non far notare il mio arrivo. Annalisa mi giustificava tutto ciò per il motivo che il bimbo aveva già altre persone di supporto quali psicologi, per cui, "non voleva far sapere anche il mio interessamento"!.... Telefonicamente, riuscìi poi a parlare con la direttrice, ma non ottenni mai risposte esaurienti. Ovviamente, anche lei, come tutti gli Italiani, era già stata "preparata" e "industriata" dalla MAFIA nei confronti della famiglia Gandini! Quindi, sapeva benissimo della mia presenza all'interno della scuola e di tutte le messinscene che avrebbero dovuto svolgersi nello stesso contesto.
Spesso, capitava che ad Annalisa si affiancassero altri personaggi nella Scuola Doro, non ultimo, un signore di cui non so il nome ma che Annalisa presentava come un operatore del Comune di sua conoscenza, il quale non faceva altro che raccontare delle sue innumerevoli vincite al gioco d'azzardo! Trattenendosi così tanto tempo e parlandone così a lungo e con dovizia di particolari, da diventare davvero eccessivo! Questa era un'altra persona mandata di proposito dalla MAFIA, preparata per sostenere un'altra "teatrata"! 
In questo caso, dovevo essere "orientata", presa dall'euforia "delle vincite facili" descritte dal soggetto di turno, a percorrere queste strade. Cosa a cui non sarei mai stata interessata... Poi, è stata la volta dell'amica di Annalisa, buddista convinta, sempre super-equipaggiata di piccoli budda in plastica da elargire ai nuovi adepti!... Poi ancora, Annalisa mi chiede esplicitamente, di andare a discutere con due genitori il cui figlio frequentava la Scuola "Volta" ma che io non avevo mai conosciuto. Annalisa sosteneva di essere vittima di questi due genitori, che avevano parlato male di lei a tutti gli altri genitori presentandola come "una poco di buono!"  Confidandomi la preoccupazione di non sapersi spiegare bene, pretendeva che io facessi ciò che doveva fare lei! Per cui, avrei dovuto discutere con due persone che non conoscevo nemmeno, per conto di una terza persona!... In realtà, Annalisa sapeva difendersi benissimo da sola e nessun genitore aveva mai parlato male di lei! Era sempre tutto ORGANIZZATO!
Ci fu un momento, in cui esternai a mia madre, che trovavo inspiegabile il fatto di essere una persona tanto perbene, comprensiva e tranquilla ma, allo stesso tempo, "riuscivo a litigare persino con persone che non conoscevo"!... Naturalmente, era una "battuta"! In realtà non mi sono mai neanche sognata di andarci a litigare! E' solo per spiegare l'intrigo difficile in cui LA MAFIA mi aveva invischiata. Il fine ultimo, comunque, era sempre quello di poter trovare "un motivo", tipo "un'offesa", per poi farmi chiedere cifre molto alte a titolo di  "RISARCIMENTO DANNI"!... Fatti poi avvenuti in altri casi.
Ad esempio, avevo l'hobby della fotografia, scrivevo poesie, senza nessuna velleità: solo hobbies. Ebbene, Annalisa mi chiede se può farle vedere ad "UN VICINO DI CASA" molto appassionato del tema. D'accordo, le affido poesie e fotografie. Dopo qualche tempo, mi restituisce le mie poesie tutte alterate grammaticalmente. LA MAFIA, per farmi pensare di essere "un'incapace" diede ORDINE di modificarle. Inoltre, più di una volta, mentre portavo a spasso i cani, notavo due vigilesse in moto che si accostavano alla scuola dove, poco dopo, colloquiavano con Annalisa e notavo anche, che questa passava loro dei documenti. In pratica, le fotografie che scattavo e le poesie che scrivevo erano tutte vagliate e studiate per organizzarmi danni e dispiaceri! A questo proposito, dopo aver letto le mie poesie nella scuola, tutti i commenti furono molto incoraggianti, tutti mi fecero i complimenti. Dopo qualche tempo, necessario alla MAFIA per "inventare" qualche offesa da scaricarmi addosso per potermi annientare, la stessa Annalisa, industriata come sempre e come tutti, riguardo alle stesse poesie che prima aveva elogiato, mi dice:"... ma che cos'hai?! Perché scrivi poesie così tristi? Hai "qualcosa"? ... E torniamo sempre al solito punto! Su ORDINI della CASTA (mafiosa), ancora una volta dovevo essere infamata e tacciata di pazzia o depressione!
In quel periodo, stavo organizzando una mostra di fotografie scattate da me. Avevo già ottenuto i permessi e ne feci partecipe anche Annalisa, la quale, su ORDINI di MAFIA (che si era insinuata subito nel "progetto"), aveva il compito di chiedermi "un notevole compenso quantificato in denaro", poichè, tra i vari ritratti previsti per la mostra, era compreso anche quello di Manuel mentre giocava a pallone"!... Questo poi, non avvenne perchè non accettai di fare la mostra: da poco, avevo scoperto di avere LA MAFIA alle costole e sapevo che questi delinquenti mi avrebbero rovinato tutto!...
In una delle occasioni in cui mi trovavo nelle aule della scuola, LA MAFIA ORDINO' ad una "persona" di provocare un incendio gettando "l'occorrente" nel cassonetto della spazzatura, che si trovava proprio davanti all'entrata. Annalisa molto preoccupata chiamò subito i vigili del fuoco. Vedendoli tardare e pensando che il fuoco potesse raggiungere il fogliame dell'albero vicinissimo, li chiamai anch'io. Poco dopo, giunsero, ponendo fine alla situazione. Questa era un'altra messinscena organizzata dalla MAFIA!... Mia madre, dalla finestra del nostro appartamento, potè assistere a tutta la scena e mi raccontò poi, di aver visto CHI procurò il "probabile" incendio doloso!... Nostra madre era sempre molto preoccupata, comprensibilmente, vista "la brutta gente" che ci aveva presi di mira! Ogni volta che uscivo, lei osservava e stava attenta.
Venne poi il momento, finalmente, in cui io e mio fratello scoprimmo di avere LA MAFIA alle costole: per cui, come a molta altra gente, rinfacciai ad Annalisa e a tutta la Scuola, oltre al fatto di avermi presa in giro, di aver agito per conto di MAFIA e proprio per questo, di avermi fatto correre dei rischi non indifferenti, essendomi fidata della serietà della scuola e della stessa Annalisa, e di aver USATO persino un minore (il figlio Manuel) per mettere in atto tutte le assurde messinscene ORDITE per compiere delle ILLEGALITA'!
Per tutta risposta, ancora una volta, una delle insegnanti, signora Serenella Mazzetti, che avevo conosciuto sempre nella stessa scuola, in modo arrogante e guardandomi persino negli occhi, mi diede della "pazza"! ...
Dopo tutto quello che era avvenuto all'interno di questa scuola, la "pazza" dovevo essere io???...

Mio fratello ed io intendiamo andare avanti per la nostra strada, denunciando chiunque si sia prestato a farci del male, sebbene su ORDINI di MAFIA! Ma il male è stato fatto e non si potrà MAI CANCELLARE! Questa è la strada giusta.
Oggi, pur avendo ancora e sempre LA MAFIA alle costole, è diventata però, una strada piena di LUCE. Una LUCE che ci ha "illuminati" su tutto ciò che abbiamo vissuto, permettendoci di capire dove si annidava il male e perchè.
Le nostre vite, i nostri passi, il nostro cammino, i nostri sacrifici saranno sempre determinati nella VERITA' e nella GIUSTIZIA VERA.

Tutto questo non puo' essere contemplato nell'OMERTA'!
Lo dobbiamo alla nostra famiglia che ci ha difesi e accuditi sino a che è stato possibile! E lo dobbiamo anche a noi due fratelli: abbiamo subìto la ruberia più atroce che possa succedere, ci è stata negata la vita mentre la stavamo vivendo!

Impedendoci di viverla! Impedendoci di poter compiere delle scelte! Impedendoci di interagire vivendo nella comunità! Togliendoci tutte le persone a cui volevamo bene! Togliendoci meschinamente in modo spregevolissimo, ogni istante di allegria, di amicizia, di possibilità di riuscita nel corso della vita, perchè, ovunque, la nostra vita NON DOVEVA CRESCERE!
Ma solo arenarsi, annichilendosi, piegandosi al volere di assassini folli, dementi.
Per DENARO! PER SOLDI RUBATI E DA RUBARE!...


Potrà cambiare qualunque governo, ma la famiglia Gandini sarà sempre sotto estorsione!
Perchè questo è IL SISTEMA in Italia!

Con quanta ipocrisia, superficialità, insensibilità, indifferenza si atteggia la CASTA (mafiosa) davanti alle lapidi e alle commemorazioni ricordando le atrocità di Auschwitz, mostrando una compassione di cui non saranno mai capaci?!
Questi terrificanti "ERRORI" anche lungo il tempo, a "CERTI" uomini non hanno insegnato proprio NIENTE!
E lo posso affermare bene io, mio fratello e tutti quelli che si trovano nelle mani della CASTA (mafiosa)!
NON accadrebbero ancora oggi questi fatti terribili se questa "gentaglia" che ingrassa pugnalandoci alle spalle, avesse DAVVERO imparato qualcosa!... E' tutto mooolto omertato e zittito ma succede ancora, eccome!

Noi ne siamo un ESEMPIO!

Proprio poco tempo fa, 27 Gennaio, in occasione, appunto, del ricordo delle VITTIME di Auschwitz e altri campi di concentramento, e ancora in seguito, ricordando altre VITTIME di queste atrocità, il presidente del consiglio uscente aveva commentato "raccomandandosi di tenere alta la guardia contro ogni forma di razzismo, antisemitismo e discriminazione"!

Soprattutto "raccomandandosi di educare le nuove generazioni e i giovani a non restare indifferenti all'ODIO RAZZIALE!"  "Il DOVERE della MEMORIA! "

Ma, scusate un attimo! Queste sono solo belle parole, perché, nei fatti, tante attenzioni, oggi, verso noi cittadini non mi sembra proprio di vederne.

Almeno non positive! Lo prova il fatto che la nostra famiglia, da generazioni, ancora oggi che è composta da noi due poveri cristi,
E' ANCORA SOTTO ESTORSIONE!!!
Come si puo' dimostrare pietà, quando le STESSE VICENDE, LE STESSE ATROCITA', LE STESSE BARBARIE SONO PERPETUATE ANCORA OGGI, NELLA PIU' TOTALE OMERTA'?!

NOTA BENE: il riferimento alle parole pronunciate dal presidente uscente non è personale nè individuale ma è riferito a tutti coloro che esprimono grande solidarietà, pianti, abbracci, commiserazione e poi... sono proprio questi individui che ti impongono il male!...

Quando mio fratello ed io ci accorgeremo di non subìre più maltrattamenti, danneggiamenti, minacce, pericoli creati di proposito e su ORDINI, quando non rischieremo più incidenti di ogni tipo ogni giorno, quando non saremo soggetti a individui mandati apposta per picchiarci "a sangue", quando la gente non dovrà più danneggiare i nostri oggetti, i nostri animali, la nostra casa e anche noi stessi, quando capiremo di non subìre più estorsioni da parte di tutti i cittadini su ORDINE di ..., quando mio fratello ed io potremo "respirare" senza dover continuamente fare attenzione a chi ci viene incontro, a controllarci a vicenda per sapere cosa ci sta' capitando, quando entrando nello studio di un medico, oltre a non farci più del male in base agli ORDINI ricevuti, questi non dovrà più tacciarci di "pazzia" o deriderci come "poveri di mente" (è già capitato), quando i nostri amici saranno liberi di chiamarci e aiutarci, invece di allontanarci come "appestati" e farci del male allo stesso tempo, quando i nostri parenti rimasti potranno liberamente chiamarci e vederci, senza per questo, essere stati precedentemente industriati e preparati con i suggerimenti della CASTA mafiosa per orientarci secondo i LORO interessi, quando potremo liberare dalla museruola il nostro ultimo cane sopravvissuto a 5 avvelenamenti (come AVVERTIMENTO), perché non rischi più di mangiare esche avvelenate gettate di proposito nel nostro giardino, praticamente: quando non saremo più sotto estorsione da parte della CASTA (mafiosa), e vi assicuro che ce ne accorgeremo, allora, potremo dire, "E' cambiato il governo!"
QUESTA E' LA NOSTRA ITALIA! QUESTA E' L'ITALIA CHE VOGLIO!

E CHE OGNI ITALIANO MERITA!
Fino a quel momento (e dubito fortemente giungerà...) gli Italiani saranno sempre presi in giro.
E noi?  Noi   s e m p r e   sotto estorsione!


VIA PER SEMPRE LA CASTA (MAFIOSA)!









Alessandro e Alessandra Gandini: sempre sotto estorsione mafiosa. Condannati dalla CASTA (mafiosa) e da tutti i cittadini in OMERTA'.

LINK i riferimento:

lunedì 17 ottobre 2011
"Riferimento al post: all'attenzione di tutti i cittadini Italiani e stranieri"
http://alessandragandini.blogspot.it/2011/10/riferimento-al-post-allattenzione-di.html

venerdì 16 agosto 2013
"ANNIVERSARIO di morte della nostra mamma. 18 Agosto 2006 - 18 Agosto 2013. Vittima di MAFIA!"
http://alessandragandini.blogspot.it/2013/08/anniversario-di-morte-della-nostra.html

Nessun commento:

Posta un commento